Ultime notizie

RISPETTO E COOPERAZIONE

di Marco Baresi

 

Le parole “cooperativa” e “cooperazione” fanno parte del nostro linguaggio comune.

Ma che significato diamo concretamente a questi termini?

Quanto tempo è che non ci interroghiamo su quanto siamo effettivamente cooperativi nel nostro agire, di quanto ci impegniamo perché queste parole abbiano un significato in termini di modi di pensare e di pratiche effettive?

Cooperare significa non solo lavorare insieme per raggiungere uno scopo comune. Cooperare vuol dire anche che non esiste una figura che sovrasta le altre, che impone, in modo più o meno velato, il proprio modo di vedere le cose, il proprio pensiero, significa garantire uno spazio di parola per tutti, giovani e vecchi, leader e non leader.

Diverso è collaborare che non richiede una visione comune e condivisa, ma solamente un’azione positiva per raggiungere un obiettivo.

È chiaro quindi che cooperare è una forma più raffinata di collaborazione. Quindi cooperare è difficile, richiede impegno e soprattutto apertura al nuovo, all’idea dell’altro visto non come antagonista, ma come compagno di strada.

All’incontro della “Conferenza sulla Sicurezza e la Cooperazione in Europa” del 1990 l’allora Segretario Generale delle Nazioni Unite Javier Pérez de Cuéllar nel suo discorso disse “…soltanto la cooperazione nello sforzo per risolvere i problemi economici, sociali e umanitari sfoceranno alla creazione di questo mondo migliore cui aspira l’umanità intera” e nella Carta per una nuova Europa, redatta al termine della Conferenza, la prima frase si conclude con “…dichiariamo che per l’avvenire le nostre relazioni saranno basate sul rispetto e sulla cooperazione”.

È chiaro che i Capi di Stato e di Governo presenti avevano individuato nella cooperazione l’unico modo per realizzare una nuova Europa, ma aggiungono anche la parola rispetto che mi pare interpreti in modo esemplare lo stile dell’agire cooperativo e che possa anche essere il punto di partenza per dare risposta alle domande che ho snocciolato in apertura.

Il dibattito è aperto e mi auguro sia occasione di confronto e di crescita per il prossimo anno!

Auguri a tutti, per le prossime festività e per un 2024 ricco di cooperazione e rispetto!

Ultime News

INSIEME PER NUTRIRE IL FUTURO

TRA STORIA, EVOLUZIONE ED OBIETTIVI.   LA NOSTRA STORIA Erano

Scopri di più

NUOVO DISCIPLINARE – PRODUZIONE PARMA E SAN DANIELE

NUOVO DISCIPLINARE - PRODUZIONE PARMA E SAN DANIELE di Angelo

Scopri di più

IL COMPARTO AGRICOLO NEL PNRR

“Sbaglieremmo tutti a pensare che il PNRR sia solo un

Scopri di più

VERSO PIÙ VASTI ORIZZONTI

LEVARE LO SGUARDO VERSO PIÙ VASTI ORIZZONTI di Marco Baresi

Scopri di più

SUOLO: RISPOSTE DAL SISTEMA

Il tecnico informa di Gabriele De Stefani e Davide Pedrini

Scopri di più

ESSERE VISITATORI CONSAPEVOLI

Torna la Cittadella della Cooperazione dal 27 - 28 -

Scopri di più

ACADEMY: IMPRENDITORI PER IL FUTURO

L’Academy per gli imprenditori del futuro   Un corso per

Scopri di più

Agricoltura e Zootecnia tra ambiente e benessere animale.

LA PAROLA AL SOCIO - Alberto Decò: Socio dell'Azienda Agricola

Scopri di più

Crisi Energetica

Crisi Energetica Effetto Costi Prod Latte Vaccino 20 Set 2022b

Scopri di più

LA CURA: RISPOSTE DAL SISTEMA

di Gabriele De Stefani | in collaborazione con Stefano Gagliardi,

Scopri di più

Cis Consorzio Intercooperativo Servizi - C.F. e P.IVA 01797760988 - Preferenze sulla privacy - Privacy Policy - Cookie Policy - Crediti: Linoolmostudio