Ultime notizie

LA NIACINA CONTRO LO STRESS DA CALDO

NIACINA, combatti il caldo con l’alimentazione 

Sapevate che una bovina che produce 30 Kg di latte deve disperdere nell’ambiente una quantità di calore pari a quella sprigionata da 16 lampade ad incandescenza da 100 watt?

 

Quando la temperatura esterna e l’umidità relativa (THI) aumentano, questo meccanismo di dispersione della temperatura corporea diventa difficoltoso, infatti le bovine possono ricorrere alla sudorazione solo limitatamente. Già la combinazione di una temperatura esterna di 22 °C e di un’umidità relativa del 40% provoca l’adozione da parte della vacca da latte di comportamenti finalizzati alla riduzione del calore prodotto dalla sua attività metabolica ed alla sua dispersione, con l’obiettivo primario di mantenere costante la sua temperatura corporea che è di circa 38.5°C.

 

Le conseguenze sono una riduzione dell’ingestione  un aumento del consumo d’acqua e della frequenza respiratoria ed infine una riduzione dell’attività motoria. Le conseguenze tangibili sono il calo della produzione di latte e  la riduzione del comportamento estrale.

 

I sistemi di raffrescamento della stalla potrebbero essere insufficienti e la bovina potrebbe avere un aumento di soli 0.5°C della temperatura corporea e una frequenza respiratoria di oltre 80 atti al minuto. In questo caso si potrebbe diagnosticare che gli animali non sono stati in grado di gestire l’aumento di THI.

 

A causa della bassa produzione di latte e la ridotta fertilità estiva che persiste fino all’inverno inoltrato, molti allevamenti si sono dotati di sistemi di raffrescamento degli animali, risolvendo il problema che causava perdite produttive e riproduttive

 

In questi lunghi anni di ricerca di soluzioni per mettere le bovine in condizione di adattarsi al meglio alle alte temperature, si sono accumulate conoscenze sul ruolo della nutrizione clinica e funzionale.

 

La niacina, denominata anche vitamina PP o vitamina B3, se utilizzata ad almeno 6 gr. al giorno, è in grado di ridurre la mobilizzazione degli acidi grassi (NEFA) dal tessuto adiposo e quindi di diminuire significativamente il rischio di lipidosi epatica e chetosi metabolica estiva. 

 

La vitamina PP, se somministrata in forma ruminoprotetta nella quantità di 12 gr. al giorno, è in grado di indurre una vasodilatazione periferica e un’aumentata attività delle ghiandole sudoripare, anche se queste sono presenti in esigua quantità sul corpo nei ruminanti, determinando una maggiore dispersione del calore corporeo attraverso la pelle. 

 

Gli investimenti, anche in termini di strutture, rappresentano un valido supporto alla lotta allo stress da caldo. È il caso dei passaggi, che possono essere allargati, del sistema di ventilazione e bagnatura delle bovine e degli abbeveratoi che devono essere posti preferenzialmente nella parte posteriore della corsia di alimentazione e all’uscita della sala o dei robot di mungitura; se la stalla è dotata di paddock esterni è bene dotarsi di abbeveratoi posti all’ombra. 

Prosegui con l’articolo

Ultime News

IL COMPARTO AGRICOLO NEL PNRR

“Sbaglieremmo tutti a pensare che il PNRR sia solo un

Scopri di più

CAMBIAMENTO CLIMATICO E DANNI ECONOMICI

Il cambiamento climatico è una realtà già in atto e

Scopri di più

SERBATOI DOMESTICI E AGRICOLI

Come avrete sentito nei mesi scorsi tramite comunicati scritti, messaggi

Scopri di più

ESSERE O NON ESSERE SOCIAL

Agemoco Brescia, nell’ambito delle iniziative pensate per migliorare il rapporto

Scopri di più

SUPERBONUS 110%

Come è noto il “Superbonus del 110%” è rivolto, principalmente,

Scopri di più

RaniSil02

Dall’incontro tra l’accurata selezione dei prodotti da parte di COMAB,

Scopri di più

PIRALIDE E DIABROTICA: CHE FARE?

I soci e i clienti di Comab, nel 2020, hanno

Scopri di più

PPDS NELLE SCROFE: MANAGEMENT ALIMENTARE

L’insufficiente e inadeguata produzione di colostro e latte da parte

Scopri di più

LA NIACINA CONTRO LO STRESS DA CALDO

NIACINA, combatti il caldo con l’alimentazione  Sapevate che una bovina

Scopri di più

Cooperative e covid 19

Restart è il progetto di Confcooperative Lombardia nato per mappare

Scopri di più

Cis Consorzio Intercooperativo Servizi - C.F. e P.IVA 01797760988 - Privacy Policy - Cookie Policy - Crediti: Linoolmostudio